Foglio d'identificazione della lontra di fiume neotropicale (Lontra longicaudis).

 

Per  il Dottore Juan Pablo Gallo Reynoso

 

Nomme:

Inglese: River otter

Francese: Loutre

Spagnolo: Perro de agua, Nutria de río, Lobito de río, Nutria

Portoghese: Lontra

Tedesco: Flussotter

Italiano: Lontra neotropicale di fiume

Nahuatl*: Ahuizotl

 

*Il Nahuatl è un linguaggio che proviene dagli Aztechi ed il cuale è usato ancora per circa un milione di persone nel Messico Centrale.

  

 

Distribuzione:

In Latino-America dal Nord del Messico a la zona centrale della Argentina.

 

Stato di conservazione:

Iscrita nel appendice I del CITES e considerata come "mancano dati" per la IUCN.

Protetta nel Messico per la NOM-059-ECOL-1994 e la Legge della Vita Selvaggia della Secretaría del Medio Ambiente y Recursos Naturales.

 

Identificazione:

 

         

 © Juan Pablo Gallo                                                              © Juan Pablo Gallo

Femmina adulta mostrando la forma laterale della testa, la coda, zampe anteriori e posteriori ed anche la colorazione caratteristica.

 

Maschio adulto mostrando il naso (rhinarium) ed i forti artigli.

 

Caratteristiche d’identificazione

Pelliccia da scura fino marrone chiaro sulla schiena. Il ventre è di più pallido cosi come la zona della gola ed i labbri, questi ultimi possono essere più giallastri alcune volte. Qualcuni animali mostrano una variazione individuale colla gola ed i labbri bianchi, pallidi o marrone scuro, a volte colle macchiette gialle. 

Presentano una membrana tra le ditta nelle mani e nei piedi, cogli artigli forti in tutti quattro. Le piante dei piedi e delle mani non hanno pelliccia.

La coda es marrone scura, molto lunga e depressa.

La zona superiore del naso (nera e senza peli) ha una forma di corona.

 
 

 

 

 

 

 


Cucciolo di lontra neotropical

 
                                                    © Juan Pablo Gallo

 

 

 

 

 

 

 

 
                 

                                                                                   © Juan Pablo Gallo

Confronto dei nasi:

 

Lontra canadensis                 Lontra longicaudis annectens

 
 

 

 

 

 

 

 


Immagine della testa mostrando il muso col naso scuro, i labbri ed il mento di colore giallastro a marrone pallido, e anche le macchiette sulla gola.

 

Femmina da Chiapas, Messico. Zoológico Miguel Álvarez del Toro. Tuxtla Gutiérrez, Chiapas.

 
            

                                               © Fulvio Eccardi

 

Lontra di fiume neotropicale nuotando, si nota la lunghezza della coda la cuale da il suo nomme a questa specie.

 
 

                                                                © Juan Pablo Gallo

 

 

Misure del corpo della lontra di fiume neotropicale

Sesso (n)

Lunghezza del corpo (cm)

Lunghezza della coda (cm)

Lunghezza totale (cm)

Peso (kg)

Maschio (3)

83 - 97

55 - 65

138 - 162

16.3 - 24

Femmina (3)

65 - 76

44 - 51

109 - 127

12.5 - 15

 

 

La colorazione (giallastra a marrone pallida) dei labbri, il mento e le macchiette sulla gola  possono essere viste nonostante la lontra sia inzuppata.

 
 

                                                               © Juan Pablo Gallo

 

Alimentazione:

La composizióne in dieta delle lontre di fiume netropicali è molto variabile, secondo la stazione e la geográfia. Pesci e crostacei sono le prede più frequenti. La seguente tabella riassume le preferenze presso alcune zone di studio (approssimativo).

 
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Tipo di preda

Specie (n)

Frequenza %

Insetti

5

7.1

Crostacei

11

44.1

Pesci

12

40.4

Anfibi

4

3.7

Rettili

5

2.6

Uccelli

5

1.3

Mammiferi

3

0.8

                    

Fémina di lontra di fiume neotropicale da Chiapas, Messico.

 
                                                                                                                                             © Juan Pablo Gallo

                            

 

 

I luoghi di marchiato e di deposito di escrementi sono scelti sulle rive dei fiumi, laghi e dighe, spesso su grandi roccie, pietre, isole rocciose o di sabbia, grandi radici d’alberi, rami sull’acqua dei fiumi e sugli alberi caduti. Un luogo molto utilizato per depositare escrementi è chiamato latrina.

Gli escrementi sono anche depositati in zone fangose vicine al pascolo. Le latrine possono anche essere trovate dove due fiumi si uniscono, si separano o cambiano in direzione e flusso, nelle basi dei ponticelli, ed in altre strutture costruite per gli umani.

Gli escrementi freschi hanno consistenza soffice nella qualle puo essere visto il contenuto, principalmente squame e spine dei pesci esoescheletri dei crostacei e frammenti d’ossa dei pesci, anfibi, rettili, uccelli e mammiferi. A volte si trovano frammenti di piante e frutti. Sono neri a marrone scuro, nonostante quando contengono principalmente pesci sono di colore marrone pallido. Gli escrementi vecchi formati di crostacei e pesci sono di colore grigio a bianco.

Gli escrementi hanno un caratteristico odore a muschio.

 
 


 

Escrementi depositati su una grande roccía  nella riva del fiume.

 
                                                       © Juan Pablo Gallo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Misure delle piste (dimensioni reali)

 

Sesso

Lunghezza del piede (cm)

Larghezza del piede (cm)

Lunghezza della mano (cm)

Larghezza della mano (cm)

Macho

7.5 – 8.2

7.5 – 8.5

7.0 – 7.5

6.5 - 7.5

Hembra

6.5 – 7.0

6.5 – 7.0

6.5 – 7.0

6.5 – 7.0

                                     

Pista del piede 7.0 – 7.5 cm

 

Pista della mano 7.5 – 7.5 cm

 

Andatura trottando 20 – 30 cm

 
 

 

 

 

Le piste possono variare in misura o forma secondo il tipo di substrato. Per essempio le piste sulle spiaggie di sabbia compatta o fango possono avere una lunghezza di 10 a 12 cm intanto su certi substrati duri possono essere più piccole, 4-5 cm di lunghezza. La andatura trottando è di 20-30 cm (aprossimativo) sovrapponendo il piede sulla pista della mano dello stesso fianco.

Le piste anche possono variare d’accordo a l’età ed il sesso del individuo.

 
 


  

                                                                       © Juan Pablo Gallo

 

 

 

Tane:

Una tana tipica della lontra di fiume neotropicale. Le tane spesso hanno due entrate, una dalla terra ed un’altra dall’acqua. Sono trovate dove ci sono rupe e grandi roccie che formano caverne, cavità negli alberi e radici, cavità nel suolo e anche in tane scavate per altre specie, in monti di fango e nel interno del foraggio sulla riva del fiume.

 
 


  

                                                                       © Juan Pablo Gallo

 

Citazioni:

 

Aranda, J. M. 1981. Rastros de los mamíferos silvestres de México. Manual de campo. Instituto Nacional de Investigaciones sobre Recursos Bióticos, Xalapa. Veracruz. 198 p.

 

Gallo-Reynoso J. P. 1989. Distribución y estado actual de la nutria o perro de agua (Lutra longicaudis annectens Major, 1897) en la Sierra Madre del Sur, México. Tesis de Maestría, Facultad de Ciencias. UNAM. 236 p.

 

Tutte le fotografie furono prese dall’autore, eccetto quella della testa della contra del fiume presa per Fulvio Eccardi. I disegni dei nasi furono fatti per l’autore. Le illustrazioni delle piste furono pressi da Aranda (1981).

 

 
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Condizioni per l’uso: Il contenuto di questa pagina (fotografie, illustrazioni e testo) può essere usato per gli scopi educativi, dando la citazione adatta; informi prego l'autore. Non possono essere usati per gli scopi commerciali senza il permesso scritto dall'autore.

 

 

Essempio di citazione:

 

Gallo-Reynoso, J. P. 2002. Hoja de identificación de la Nutria de río Neotropical (Lontra longicaudis). Grupo de Conservación de las nutrias en México. CIAD-Guaymas.

 

 

 
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Disegno ed elaborazione: © Juan Pablo Gallo Reynoso jpgallo@invitados.itesm.mx

Tradotto da: Janitzio Égido Villarreal

Pagina creata il 15 di Gennaio del 2002.

Ultima modificazione: 17 di Febbraio del 2006

 Tutto il commento su questo sito è ringraziato, trasmetalo a:

Dr. Juan Pablo Gallo Reynoso

Centro de Investigación en Alimentación y Desarrollo, A.C.

Unidad Guaymas

Carretera a Varadero Nacional Km 6.6

Colonia Las Playitas

Guaymas, Sonora

C. P. 85480

MEXICO

 

 
Cuadro de texto: Grupo de conservación de las nutrias en México